07.12.2017

DotJs 2017

07.12.2017

DotJs 2017

Anche quest'anno non potevamo mancare alla DotJS di Parigi, che giustamente si autodefinisce "The largest JavaScript conference in Europe". Dopo la DotCSS del giorno precedente, di cui abbiamo già parlato, ci siamo immersi in questa giornata di brevi e interessanti talk di speaker provenienti da tutto il mondo.

L'atmosfera informale e l'ottima organizzazione ha contribuito a creare un ambiente molto accogliente per i mille e più partecipanti, cosa da non sottovalutare in eventi del genere dove il networking e il curare nuove relazioni è parte fondamentale. Pollice su anche per il sottofondo musicale, sempre presente per creare il giusto mood :)

 

dotjs

Da segnalare i talk di Wes Bos che ci ha parlato di Async/Await e di come il suo utilizzo sia preferibile alle Promise, quello di Adrian Holovaty che ha spiegato che spesso nello sviluppo non affidarsi ad un framework può essere la scelta giusta (tema che a noi sta particolarmente a cuore) e quello di Sean Larkin che è andato nel dettaglio delle funzionalità di webpack e ha presentato quelle che saranno le nuove features della versione 4 di prossima uscita.

Da notare inoltre il ritorno della parola chiave accessibilità. In particolar modo Marcy Sutton durante il suo talk ha dimostrato come con piccoli accorgimenti in fase di sviluppo possiamo rendere fruibili le nostre web app anche ad utenti non vedenti o ipovedenti, costretti all'utilizzo di screen reader per la navigazione.

La chiusura della giornata non poteva che essere affidata a Brendan Eich, l'inventore di JavaScript, che oltre a ripercorrere in breve le varie tappe della storia di JavaScript, ci ha lasciato con uno spoiler di quello che avremo a disposizione nelle prossime versioni:

L'unica nota 'negativa' è stata a mio avviso la mancanza di argomenti che sono un po' il trend del momento, quali blockchain, distributed apps e intelligenza artificiale. Argomenti con i quali abbiamo a che fare tutti giorni sia per quanto riguarda i nostri clienti, che per le nostre attività di ricerca.

A parte questo, feedback assolutamente positivi per questa conferenza che è ormai una tappa fissa per noi di extrategy.